28 agosto 2011 – Lagorai – Rifugio Brentari – Cima d’Asta

Da Pieve Tesino si imbocca la ripida stradina che percorre la val Malene fino a malga Sorgaza (1450 mslm) dove si parcheggia.

Prima su strada forestale (segnavia 327) poi lungo il sentiero si sale fino a quota 2130 mslm dove, al bivio, si segue il sentiero più facile (Trodo dei Aseni) verso il lago di Cima d’Asta e verso il vicino Rifugio Brentari (2476 mslm).

Da qui le persone alpinisticamente preparate saliranno alla Cima d’Asta (2847 mslm) con un percorso un po’ impegnativo, mentre il resto del gruppo si fermerà nei pressi del rifugio e del lago.

Responsabili: Amos Armani (cell. 328.8297566) e Franco Bugna (tel. 0465.674492)

19 giugno – Malga Pura – Cima Cadria

Da malga Ringia m 1398 si Prosegue per la strada fino a malga Pura m 1450, qui si prende per la vai del Mason fino a Bocca di Tartavai, da qui si sale per il sentiero a cima Cadria m 2254. La discesa avviene per malga Cadria, Pozza di Cadria, poi per il sentiero n°448 si giunge a malga Ringia. Durante l’escursione avrà luogo la manutenzione del sentiero.

Dislivello: m.854
Tempo di percorrenza: 8-9 ore
Responsabili: Christian Armani 334.3177165 – Alessandro Panelatti 339.7355664.

22 Maggio 2011 – Vajont

Escursione storico-culturale. Dal paese di Casso, attraverso il sentiero Moliesa si giunge alla diga del Vajont. Visita al coronamento della diga ed escursione ad anello nei luoghi della catastrofe. Visita guidata l Centro Visite di Erto dove si può vedere la mostra “La catastrofe del Vajont – Uno spazio della memoria”.

Durante l’uscita saremo accompagnati dalle guide del Parco delle Dolomiti Friulane.

Responsabili:
Amos Armani 328.8297566
Antonio Armani 0465.674259

17 Aprile – Ferrata Sallagoni – Drena (TN)

foto da Flickr - Tratto della via Ferrata Sallagoni - Drena (TN) - Foto by AlbeJTD

Il sentiero per raggiungere la via ferrata parte dal tornante prima del campo di tamburello, salendo da Dro. Il percorso si snoda in un canyon del torrente Salligon, è una ferrata di gradoni di ferro, si sale attaccati ad un cordino, a pochi metri dal livello dell’acqua.

Lungo il percorso, che si snoda sia sulla parete di sinistra che di destra, si attraversa il torrente su due ponti tibetani, fino a raggiungere un altro ponte vicino a castel Drena.

Tempo di salita: 1,30 ore
Dislivello: 200 m

La discesa è lungo un sentiero che taglia i tornanti della strada.

Materiale occorrente: imbracatura e guanti

Responsabili:
Fausto Armani 333.3212059
Alfredo Armani 335.1932203

3 Aprile – Capanna Santa Barbara

Escursione per famiglie

Da Riva del Garda (73 mslm) seguendo il sentiero n. 404 si sale alla Capanna e poi alla Chiesetta di Santa Barbara. Lungo la salita si incontra il Bastione, antico punto di guardia fortificato che domina la piana di Riva e la parte alta del lago di Garda. La capanna e la chiesetta di Santa Barbara (protettrice dei minatori) furono costruite nel 1925 durante i lavori per portare l’acqua dal lago di Ledro alla centrale idroelettrica di Riva. La galleria che parte dal lago di Ledro arriva nei pressi della chiesetta dove inizia la condotta forzata della centrale del Ponale.

Al ritorno, poco prima del bastione, si imbocca il sentiero n. 402 verso nord fino alla chiesetta di Maria Maddalena scendendo poi a Riva. Il percorso è alla portata di tutti (550 m di dislivello) e richiede circa 5 ore in totale.

Responsabili:
Alessandro Panelatti 339.7355664
Franco Bugna 0465.674492